La chiesa parrocchiale

Si ha notizia della Parrocchia di Vallo, intitolata a San Secondo, fin dal 1454, presumibilmente si trattava di una piccola cappella, posta sul terreno dove sorge l’attuale Chiesa, la cui costruzione iniziò nel 1669 e la dedicazione avvenne il 19 dicembre 1671.

L’attuale campanile fu invece costruito nel 1727, poi successivamente rimaneggiato più volte fino all’intervento, a inizio degli anni ’60, di sostituzione del tetto originario in coppi, con una guglia piramidale in rame.

Alla Chiesa furono apportate importanti opere di ristrutturazione in diverse epoche: nella seconda metà del 1700, quando venne collocata una balaustra di marmo davanti all’altare, mentre all’inizio del 1900 venne ampliata in modo considerevole. A partire, poi, dal 1924 si edificò, in pratica, una nuova Chiesa: furono demolite l’antica facciata ed il corpo centrale, ad eccezione dell’abside e delle due sacrestie e venne ricostruita, ampliandola, con una navata centrale e 4 cappelle laterali.

Altri interventi manutentivi furono effettuati negli anni ’60, per adeguamento alla Riforma liturgica voluta dal Concilio Vaticano II; negli anni ‘80, quando all’esterno furono riportati alla luce i pilastri con i mattoni a vista; nel 1992 venne installata la volta della navata centrale e sistemate le cappelle laterali e, infine, il 14 settembre 2003, insieme con la nuova pavimentazione della piazza, viene inaugurata la nuova gradinata di accesso alla porta centrale.

E’ in stile barocco-romano e al suo interno si trova una statua della Madonna Immacolata, opera dei F.lli Clemente di Torino (1736) ed un bel dipinto raffigurante San Giovanni Battista e San Secondo inginocchiati ai piedi della Madonna che porta in grembo Gesù Bambino.

Ultima Modifica - 21/06/2005
 Accessi - 8785 Torna alla Home Page